43 (4.8) Salute mentale

PROMOZIONE DEL BENESSERE PSICHICO

L’attuale sistema sanitario e’ pensato per la cura della malattia.

Dobbiamo invece pensare di prevenire le malattie, risalendo alle cause e ai segnali di disagio che conducono, se non gestiti correttamente e preventivamente, allo sviluppo della patologia nelle sue diverse forme fino alla cronicita’.

Con l’espressione salute mentale si fa riferimento ad uno stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni

Investimenti quindi devono essere fatti per rafforzare la rete dedicata al benessere psichico e psicologico:

  • rete di servizi territoriali per la promozione del benessere psicologico, rivedere e rafforzare
  • dipartimenti di salute mentale, attualmente pesantemente sotto organico, da riorganizzare evitando servizi di qualita’ a macchia di leopardo fra zone di Roma e province
  • introduzione della figura dello psicologo di base, che affianchi il MMG e il PLS nella gestione dei disturbi psicologici (legge m5s in preparazione)
  • ruolo della consulta regionale per la salute mentale, da rivedere nelle sue funzioni per rafforzarne l’efficacia
  • valutare tutte le bestpractices regionali e nazionali e i progetti piu’ avanzati per l’assistenza al disagioMODALITA’ DI PARTECIPAZIONEVogliamo discutere e confrontarci con i dirigenti responsabili dei dipartimenti di salute mentale, con i professionisti della salute mentale: psicologi, psichiatri, psicoterapeuti, infermieri, e con le altre figure sanitarie che si occupano di prevenire il disagio durante l’intero ciclo della vita, e/o che definiscono e attuano percorsi di cura del disturbo psichico in tutte le sue forme.Come promuovere ed organizzare la prevenzione primaria del disagio psicologico ? Ne soffrono in silenzio oltre 17 milioni di italiani, e se non affrontato puo’ condurre a disturbi e patologie molto serie, soprattutto quando sfocia in psicosi, gravi depressioni o addiritura suicidi.Come rafforzare i servizi territoriali a supporto della salute mentale (DSM, CSM e consultori) ?

    Serve uno psicologo che affianchi il nostro medico di base ? Oppure e’ piu’ utile introdurre uno psicologo nelle scuole ? Quali sono le soluzioni concrete per aiutare tutti quei cittadini in difficolta’ che non ricevono oggi la necessaria assistenza ?

     

    L’obiettivo e’ mettere in rete tutte le esperienze, le proposte, ed elaborare un modello organizzativo efficiente in ambito territoriale per la promozione della salute mentale, e quindi del benessere psicologico, come elemento cardine nel sistema sanitario regionale.

    criticita’ segnalate:

  • ricovero in strutture inadeguate
  • insostenibile situazione in famiglia
  • difficolta’ accesso cure pubbliche
  • tso
  • qualita’ assistenza fornita dsm e csm
  • efficacia della cura farmacologica

 

 

Comments are closed.